Il «rumantsch»: una lingua retoromanza

Risultati immagini per la lingua romancia e vocaboli romanci

Il romancio fa parte dell’area delle lingue retoromanze come il ladino ed il fruilano ed è parlato unicamente nei Grigioni ma è parte integrante dell’identità nazionale ed è la quarta lingua nazionale e ufficiale della Svizzera. Nell’ultimo secolo la percentuale di persone di lingua romancia si è dimezzata e si trova soprattutto in due zone del Cantone dei Grigioni: la valle della Surselva e la Bassa Engadina.

Il romancio è quindi una lingua romanza, come l’italiano, il francese o il catalano. La sua storia inizia nel 15 a.C., quando i Romani conquistano la provincia della Rezia che comprende l’attuale territorio dei Grigioni. Il «rumantsch» nasce quindi dal latino popolare utilizzato dai soldati e dai coloni, con influenze della lingua degli autoctoni. Fino al XV secolo è stato parlato dalla maggioranza della popolazione grigionese fino a quando il territorio è passato sotto l’influenza degli Alemanni e il tedesco è diventato la lingua dell’amministrazione.

Il romancio non è però una lingua unificata, anche se le persone che parlano i  vari dialetti si capiscono tra di loro.  Questa diversità è causata dal frazionamento delle comunità in un territorio con ben 150 vallate e dall’assenza di un vero centro culturale. La diversità si è però rivelata un problema quando il romancio è diventato una lingua ufficiale e per poterlo utilizzare nell’Amministrazione, bisognava avere  una lingua standard scritta.

Per risolvere il problema nel 1982 il professore zurighese Heinrich Schmid ha creato il «Rumantsch Grischun» che nel 1996 è diventato lingua ufficiale e ogni madrelingua romancio può scrivere all’amministrazione nel proprio dialetto, ma quest’ultima risponde in «Rumantsch Grischun». Il romancio viene insegnato solo in poche università, come a Friburgo, Ginevra o Zurigo ma è tuttora parlata da circa 60.000 persone e ha un suo canale radiotelevisivo di servizio pubblico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...