Le Moire ed il destino degli uomini

Moire - Wikipedia

Le tre Moire sono figure della mitologia greca, che vengono assimilate alle Parche romane ed alle Norne Norrene, ed erano figlie di Zeus e di Temi oppure della Notte. Le tre donne, che dimoravano nell’Ade il  regno dei morti,  erano le tessitrici della vita e decidevano, al momento della nascita, il destino da assegnare d ogni persona anche contro al volere degli Dei che non avevano il potere neppure di  modificarlo. Infatti μοῖρα in greco antico significa “destino”.

Cloto era la più giovane, che appunto filava e reggeva il filo dei giorni per la tela della vita, Làchesi girava il fuso e stabiliva quanto filo spettasse a ogni uomo decidendone la lunghezza della vita e usava lo stame bianco misto ai fili d’oro per definire i giorni felici e invece lo stame nero misto ai fili d’oro per indicare i giorni di sventura. Infine Atropo, la più vecchia ed inesorabile,  tagliava il filo con lucide cesoie quando giungeva il momento di arrestare la vita, attribuendo la fine del tempo della vita cioè la morte.

Per questo spesso nella tradizione artistica greca Cloto forse perché era la dea meno temuta perchè concedeva la vita, era raffigurata come un’oscura donna inquietante ma allo stesso tempo rassicurante, Lachesi invece era raffigurata come una tessitrice più tetra e severa, Atropo, la più anziana tra le sorelle, era invece sempre dipinta e ritratta come una vecchia bassa di statura che possedeva tre elementi caratteristici: veste lugubre nera, le cesoie e una bilancia.

Le Moire personificavano quindi il destino di ogni individuo che, nel proprio percorso di vita, aveva momenti di felicità e di fortuna ma anche di dispiaceri e di sfortuna fino alla fine dell’esistenza che in qualche modo era decisa fin dalla nascita.

Le Parche svolgevano la loro attività con distacco e  totale indifferenza per la vita degli uomini rappresentando così perfettamente la mentalità fatalistica degli antichi greci. Esse agivano spesso contro la volontà di Zeus e tutti gli dei erano tenuti all’obbedienza nei loro confronti, per esempio nessuna divinità poteva accorrere in soccorso di un eroe sul campo di battaglia se la sua ora era giunta, e così la loro esistenza garantiva l’ordine dell’ Universo al quale anche gli dei erano soggetti.

Successivamente i Greci concepirono il destino come placabile per mezzo dell’espiazione, specialmente con il diffondersi delle religioni misteriche e con l’orfismo.

 

6 pensieri su “Le Moire ed il destino degli uomini

  1. Il destino è già tramato, disegnato e attuato per ognuno di noi dal momento in cui ci reincarniamo o ci stiamo per reincarnare. Le Moire nell’antica Grecia avevano questo compito quello di avere nelle loro mani il destino di ogni uomo ma anche ildestino dei loro spiriti.

    "Mi piace"

    • Secondo me però le Moire seguono l’evoluzione dei tempi ed ora che sono possibili migliori cure mediche e vi sono migliori condizioni igienico-sanitarie, in certi paesi più fortunati, hanno preso l’abitudine di allungare il filo e quindi la vita media delle popolazioni. Ciò non toglie che ogni tanto lo programmino e lo recidano molto presto….

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...