Magnus III di Norvegia detto lo scalzo o a gambe nude

Magnus_Berrf_tt_1

Magnus III, detto Magnus barfot (Norvegia 1073 – Irlanda 1103) fu re di Norvegia dal 1093 al 1103 e re dell’isola di Man dal 1099 al 1102.

Magnus crebbe nel seguito reale di suo padre a Nidaros che al tempo era, di fatto, la capitale della Norvegia e suo tutore fu Tore Ingeridsson, che era cugino di suo padre. Già in gioventù Magnus mostrò di avere il carattere incline alla guerra proprio del nonno Harald III di Norvegia piuttosto che quello del padre Olaf il cui cognome Kyrre voleva dire pacifico. 

Il suo soprannome barfot o berrføtt significa scalzo o gambe nude e proveniva o dal suo modo di vestire in stile scozzese – gaelico, precursore del kilt, che lasciava la parte inferiore delle gambe scoperta oppure per la sua abitudine di camminare scalzo sempre seguendo l’abitudine scozzese.

Il suo regno fu contraddistinto da una serie di campagne di conquista che si diressero soprattutto verso le Isole Britanniche e riuscì a conquistare il Regno dell’isola di Man e quello di Dublino. 

Magnus venne incoronato re nel sud-est del paese poco dopo la morte del padre nel 1093 ma nel nord la sua incoronazione venne contestata dal cugino Haakon Magnusson, figlio di suo zio Magnus II di Norvegia che aveva brevemente regnato con suo padre Olaf rimasto unico sul trono alla morte di Magnus II avvenuta nel 1069. Così i due cugini governarono insieme, con una certa difficoltà, fino alla morte di Haakon avvenuta attorno al 1094.

Alcuni nobili contestarono ancora la sua elezione a re, ma Magnus soppresse presto ogni rivolta interna e poi si dedicò alla conquista dell’ovest attraversando più volte il Mare d’Irlanda.

Fra il 1098 e il 1099 razziò le Isole Orcadi, le Isole Ebridi e L’Isola di Man e si assicurò il controllo su quelle isole grazie a un trattato con il re di Scozia.  Poi facendo base a Man si diresse verso il Galles dove per un breve periodo, scacciati i Normanni, ebbe anche il controllo del Regno di Gwynedd.

Tornato in Norvegia diresse i propri progetti di conquista verso i territori di confine tanto che il re di Danimarca Eric I spinse perché i tre re scandinavi, di Svezia, Danimarca e Norvegia, iniziassero una serie di trattati di pace per evitare il conflitto.

Nel 1101 Magnus accettò un accordo di pace con il re di Svezia Ingold I acconsentendo a sposarne la figlia Margaret Fredkulla che gli portò in dote anche il Dalsland.

Nel 1102 Magnus ottenne il controllo su una parte dell’Irlanda, il regno di Dublino, grazie alla propria alleanza con il re del Munster  ma l‘anno dopo, in circostanze poco chiare, Magnus morì in un’imboscata degli irlandesi Ulaid mentre tentava di mettere insieme le provviste necessarie per tornare in patria.

Le fonti riportano che l’attacco fu repentino e che Magnus e i suoi non erano in assetto di guerra. Egli cercò di mantenere l’ordine cercando di portare parte del suo esercito su un terreno sicuro da dove scagliare frecce sugli irlandesi. Nel corso dello scontro però venne dapprima ferito a una gamba e poi finito con un colpo d’ascia.

Morto lui suo figlio Sigurd abbandonò l’Irlanda lasciando dietro di sé la giovane moglie e perdendo il controllo diretto sulle isole che, pur rimanendo sotto la corona di Norvegia, non videro più un altro re norvegese per altri 150 anni.

4 pensieri su “Magnus III di Norvegia detto lo scalzo o a gambe nude

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...