La Sindrome di Cotard o del cadavere che cammina

La Sindrome di Cotard è una patologia psichiatrica caratterizzata dalla convinzione illusoria di avere perso organi vitali, sangue, parti del corpo, di essere pietrificati o di essere morti. Le persone che ne sono affette possono anche credere che persone care siano morte anche se invece sono fisicamente accanto a loro.

Il suo nome deriva dal neurologo francese Jules Cotard (1840–1889) che fu il primo che la descrisse chiamandola “le délire de négation” (delirio  di negazione) presentando nel 1880, in una lezione a Parigi, il caso di una sua paziente chiamata Mademoiselle X.

Ella, rifiutandosi di nutrirsi, era convinta di avere perso cervello, nervi, stomaco ed intestino per colpe passate, di essere stata dannata per l’eternità e di non potere più morire di una morte naturale.

Si suppone che la sindrome derivi da una disconnessione tra le fibre nervose che connettono il centro delle emozioni e le aree sensoriali. In tal modo, nulla riesce più a provocare nel paziente uno stimolo emozionale tanto che egli crede di essere privo di organi vitali.

Nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali questa sindrome è inclusa nella classe delle illusioni somatiche benché sia rara in quanto, ad oggi, sono stati registrati solo un centinaio di casi in tutto il mondo.

La sindrome inoltre è associabile ad altre patologie come il disturbo bipolare, la depressione maggiore, i traumi cranici, la febbre tiroide e la schizofrenia.

La sindrome di Cotard è pericolosa perché i sintomi deliranti cronici possono indurre al rifiuto del cibo, a forme di autolesionismo e al suicidio tanto che è chiamata anche Sindrome dell’uomo morto, oppure nel mondo anglosassone Sindrome del cadavere che cammina. Fortunatamente ci sono però buone possibilità di cure farmacologiche o con psicoterapia che portano a remissione completa dei sintomi anche nei casi molto gravi.

5 pensieri su “La Sindrome di Cotard o del cadavere che cammina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...