Il sosia o doppelganger

Si cerca il sosia di Vincent Van Gogh C'è un mandellese tra i più quotati -  Cronaca, Mandello del Lario

Il sosia è colui che presenta una somiglianza fisica con un’altra persona e se il sosia è un personaggio vissuto in un’epoca precedente si tratta di cronopareidolia. Questo tema era molto in voga durante il Romanticismo e nelle opere appariva spesso un gemello maligno che alla fine riceveva un trattamento drammatico.

La parola sosia deriva da un personaggio della commedia Anfitrione del poeta latino Plauto. Egli narrò che un giorno il dio Giove si era innamorato di Alcmena, la fedele moglie di Anfitrione re di Tebe e, approfittando del fatto che il re fosse in guerra contro i Tebani, si introdusse di notte nel suo palazzo assumendo le sembianze dello stesso sovrano. Il dio Mercurio lo aiutò vestendo i panni di Sosia, il fedele servo di Anfitrione e così i due riuscirono ad ingannare Alcmena che, credendolo suo marito, trascorse una notte d’amore con Giove.

Tra il XX e il XXI secolo, il sosia è divenuto anche una vera e propria attività lavorativa poichè le persone che hanno una qualche rassomiglianza fisica con personaggi celebri, imparano a vestirsi, muoversi e comportarsi come loro tanto da venir chiamati ad impersonarli in cerimonie, spettacoli, pubblicità, inaugurazioni o manifestazioni.

Già la sapienza popolare affermava che ognuno di noi ha un doppelganger, passando per millenni dall’immaginazione alle creazioni letterarie, tuttavia è naturale chiedersi se ciò abbia delle fondamenta di verità, dato che su questo pianeta siamo in 7 miliardi di abitanti.

A tal proposito Teghan Lucas, all’Università di Adelaide, ha tentato un esperimento per scoprire se un innocente può essere erroneamente confuso per un criminale semplicemente in base alla somiglianza dei tratti somatici.

Si è armata di fotografie del personale dell’esercito americano, arrivando a 4000 soggetti di cui ha misurato la distanza fra i tratti chiave, come gli occhi e le orecchie. Successivamente ha calcolato la probabilità secondo cui le facce delle due persone avrebbero coinciso. Le probabilità di condividere solo otto dimensioni con qualcun altro, ovvero di avere un sosia, sono meno di una su un trilione. Perciò, secondo la popolazione terrestre attuale, c’è una possibilità su 135 che esista una coppia singola di doppelganger.

E’ quindi quasi impossibile ma i casi della vita sono infiniti e chi trova il suo sosia vive un’esperienza unica nel suo genere. Altri scienziati affermano però che spesso sia il modo di essere dell’altro e la somma delle sue parti che ci fa affermare di aver visto un sosia, non tanto l’esatta somiglianza fisica.

Perciò, se si ritiene che i piccoli dettagli siano poco importanti a riguardo, allora le probabilità di avere un sosia aumentano. Infatti, molto del riconoscimento è influenzato dal modo in cui le facce sono immagazzinate dal cervello umano, poiché vengono riconosciute più come una mappa che come un’immagine.

Un caso particolare di sosia è quello legato alle vicende dell’ex dittatore iracheno Saddam Hussein il quale, per timore di attentati in occasione delle sue apparizioni pubbliche utilizzava un sosia. Dall’analisi delle caratteristiche antropometriche sulle fotografie, si sospetta l’utilizzo di addirittura quattro diversi sosia nelle varie occasioni.

Il sosia è anche il titolo di una celebre opera di Dostoevskji che racconta lo sdoppiamento psichico del protagonista che lo conduce alla follia attraverso la scissione dell’io, lo scontro tra un io goffo, impacciato, tormentato e eternamente perseguitato ed un io sfrontato, aggressivo, covo dell’inespressa “bassezza” che si annida nel profondo. 

9 pensieri su “Il sosia o doppelganger

  1. Sì è un film, realizzato ai tempi del Maxiprocesso di Palermo, che esprime profonda ironia verso il mondo mafioso e le caratteristiche strutturali della nostra società. Il tema del sosia sottolinea inoltre l’abitudine di attribuire importanza solo a quello che si vede delle persone e non alla loro sostanza ed alla loro vera identità personale. Temi sempre attuali…..

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...