La garrota, macchina di morte

Image result for garrota

La garrota, una macchina con la quale si applicava la pena capitale, venne utilizzata sin dai tempi dell’Impero Romano e venne usata durante il Medioevo soprattutto in Spagna e Portogallo. Venne usata anche dai conquistadores in America tanto che con questa pena fu ucciso nel 1533 anche l’ultimo imperatore Inca Atahualpa.

Questa pena di morte venne usata anche nella colonia spagnola delle Filippine  e rimase in vigore anche dopo che il paese era passato sotto il dominio statunitense, nonostante negli Stati Uniti non venisse usata.

Questa macchina era facilmente realizzabile da qualsiasi fabbro ed era considerata un metodo di morte clemente così in Spagna il re Fernando VII abolì definitivamente l’impiccagione nel 1832 per sostituirla con la garrota.

Si metteva a sedere la vittima su una sedia con  uno schienale molto alto fatto con un solo asse di legno a cui era fissato un anello di metallo. L’anello veniva posto al collo del condannato e veniva chiuso nella parte posteriore con una vite. Facendo girare la vite, l’anello si stringeva al collo e poteva rompere delle vertebre e portare alla morte immediata.

Successivamente venne aggiunta una punta di metallo nella parte interna del cerchio, dalla parte dello schienale, che grazie alla pressione andava a penetrare il collo rompendo le vertebre. L’ultima morte per garrota è avvenuta nel 1974 e nel 2009 la Spagna ha abolito definitivamente ogni tipo di pena di morte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: