L’operazione Mincemeat (carne trita). Anno 1943.

martin2

L’operazione Mincemeat (“carne trita”) fu un piano condotto nel 1943 dai servizi segreti britannici allo scopo di far credere all’esercito nazista che sarebbero avvenuti degli sbarchi alleati in Grecia e Sardegna e che la Sicilia sarebbe stata utilizzata come diversivo per distrarre le forze dell’asse dai veri obiettivi principali. Ideatore del piano fu Ewen Montagu che prese ispirazione da un racconto di Ian Fleming, suo collega nel servizio segreto navale britannico.

Il piano inglese consistette nel far giungere alla deriva, sulla costa Spagnola presso Huelva (scelto come punto strategico in quanto soggetto a forti influenze tedesche), un corpo esanime, che sembrasse vittima di un incidente aereo, con indosso la divisa da maggiore dei Royal Marines ed alcuni falsi documenti riservati nella speranza che i servizi segreti nazisti ne fossero depistati.

Il cadavere fu fatto giungere nella zona prestabilita inserito in un congelatore spacciato per una sonda meteorologica trainata da un sottomarino. A bordo solo il comandante e due ufficiali erano al corrente della missione. Il cadavere, recuperato da alcuni pescatori e portato in obitorio dalla gendarmeria spagnola, fu esaminato dal servizio segreto spagnolo, che provvide a copiare gli incartamenti ritrovati nella cartelletta che il cadavere portava legata al braccio. L’operazione ebbe il successo sperato e i tedeschi, con l’opposizione degli alleati italiani, ridisposero le loro forza proprio come volevano gli alleati, lasciando l’isola siciliana con scarse unità di difesa.

«William Martin» fu il nome inventato dagli inglesi ed apposto sul tesserino del falso ufficiale, il cui corpo era in realtà quello di un giovane gallese, Glyndwr Michael, morto suicida per avvelenamento da topicida; all’autopsia la morte per avvelenamento era difficile da notare con i mezzi dell’epoca, pertanto venne confermata la presunta morte per annegamento. Per rendere credibile il depistaggio, sul cadavere vennero apposti numerosissimi effetti personali falsificati ad arte quali lettere dalla falsa fidanzata Pam, dell’affezionatissimo padre e addirittura una lettera di sollecito della Lloyds Bank. Tutto per dare l’impressione che il morto fosse effettivamente un ufficiale con una vita personale vera.

La prima lettera falsa ritrovata faceva riferimento ad un’offensiva contro la Grecia e indicava come finto obiettivo la Sicilia e accennava ad un altro attacco simultaneo nel Mediterraneo. I falsi obiettivi erano chiari ma non troppo appariscenti. In aggiunta venivano indicati due assalti chiamati operazione Husky (che è il vero nome dell’attacco alla Sicilia, ma che nella lettera veniva riferito alla Grecia ) e operazione Brimstone (riferita ad un punto non precisato del Mediterraneo).

Il secondo messaggio, inviato da Mountbatten, avrebbe poi spiegato il motivo per il quale la prima lettera fosse inviata tramite l’ufficiale Martin esplicitando che quest’ultimo si sarebbe recato in Nord Africa per aiutare l’ammiraglio Cunningham nella preparazione del successivo assalto nella “patria delle sardine” con riferimento alla Sardegna.

I burocratici militari tedeschi caddero nel tranello e  spostarono un’intera corazzata dalla Francia al Peloponneso e installarono sulle coste greche batterie di artiglieria, basi di moto-dragamine e posti di comando e sorveglianza costiera. Fu addirittura inviato in Grecia un gruppo di unità navali che era fin a quel momento di stanza in Sicilia. Sul fronte italiano, invece, vennero rinforzati i presidi in Sardegna e sulla costa settentrionale della Sicilia. Una distrazione di mezzi e uomini che sarà determinante per la sconfitta delle truppe di Hitler. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...