Il canto di Farinelli e la musicoterapia

Image result for jacopo amigoni ritratto di farinelli

Carlo Maria Michelangelo Nicola Broschi, noto come Farinelli, è stato il più famoso cantante lirico castrato. Nacque nel 1705 ad Andria in Puglia, allora appartenente al Regno di Napoli, in una famiglia agiata che fece studiare il figlio maggiore Riccardo da compositore e Carlo da cantante. Dopo la morte del padre, nel 1717 il fratello Riccardo fece castrare il dodicenne Carlo al fine di fargli conservare la voce prima che lo sviluppo sessuale potesse modificarla.

Carlo per circa sei anni studiò solfeggio, l’intonazione perfetta e la rapidità nel cambiare il ritmo della frase musicale. Con lo studio la sua voce diventò di mezzosopranista molto estesa, sia verso il basso fino a toni da contralto profondo perchè toccava anche il do2,  sia verso l’alto dove arrivava a toccare il donota da sopranista effettivo.

A quei tempi era d’uso scegliere un nome d’arte e scelse Farinelli o Farinello forse perchè un membro della nota famiglia napoletana di avvocati Farina lo protesse e probabilmente lo finanziò durante il periodo in cui studiava.

Debuttò a Napoli, nel 1720 nella serenata  “Angelica e Medoro”, il libretto era di Pietro Metastasio con cui strinse un’amicizia che durò tutta la vita. Fece stagioni trionfali a Roma e poi cantò a Vienna, Venezia, Milano e Bologna.

Il pubblico del tempo adorava il virtuosismo, che consisteva nell’esecuzione di variazioni arbitrarie ai brani cantati che esprimevano grande difficoltà tecnica, e vi erano frequenti “duelli” tra musicisti. A Roma Broschi vinse nel 1722  una sfida addirittura contro un trombettista tedesco sulla tenuta lunga di una nota altissima. A Bologna nel 1727 fece una competizione con Antonio Maria Bernacchi,  uno dei più importanti cantanti castrati. Nel 1730 fu ammesso all’Accademia Fisarmonica di Bologna.

Nel 1734 Farinelli si trasferì a Londra e cantò presso l’Opera della nobiltà ed ebbe una fama immensa tanto che nei tre anni in cui soggiornò in Inghilterra guadagnò oltre 5.000 sterline.

Poi nel 1737 accettò l’invito di Elisabetta Farnese, moglie di Filippo V di Spagna ma prima passò per la Francia e cantò anche per Luigi XV. Il re spagnolo soffriva di nevrastenia e malinconia ed aveva abbandonato la vita pubblica e gli affari di Stato ed inoltre  manifestava segni di follia. Il cantante riuscì a far uscire il sofferente Filippo, lo fece lavare e radere attuando una delle prime forme di musicoterapia. Il re gli corrispondeva uno stipendio di 2000 ducati con l’unica richiesta di non cantare più in pubblico.

Divenuto criado familiar dei re di Spagna, il cantante fu nominato da Ferdinando VI di Spagna anche cavaliere di Calatrava. Farinelli riuscì così ad esercitare  una grande influenza sulla corte e sulla politica. Gli si devono i primi lavori di bonifica delle rive del Tago, diresse l’opera di Madrid e fece instaurare un teatro d’opera italiano. Carlo III però nel 1759, probabilmente a causa dell’eccessiva influenza del cantante, lo allontanò.

Farinelli si ritirò allora a Bologna dove morì nel 1782 poco dopo il suo amico Metastasio, lasciando una meravigliosa collezione d’arte e di strumenti musicali che fu però dispersa dai suoi eredi.

Il suo canto influenzò lo stile delle opere composte in quel periodo. Alle sue qualità artistiche, Farinelli aggiungeva quelle umane perché era affabile,  modesto e senza bizze malgrado la fama e il grande talento. Per scoprire i segreti della  sua fenomenale estensione vocale e la tenuta dei fiati, il suo corpo è stato esumato nel 2006 per poter effettuare esami sul DNA delle sue ossa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...