I Sefarditi: gli ebrei spagnoli

ann-001

Pur di evitare la relazione fra ebrei e cristiani convertiti ed impedire che questi ultimi vivessero sospesi fra due fedi, i Re cattolici spagnoli obbligarono gli ebrei a vivere in quartieri chiusi cioè nei ghetti e nel 1480 fondarono il Tribunale della Santa Inquisizione.

Nel 1492 Isabella I di Castiglia e Ferdinando II di Aragona decretarono l’espulsione degli ebrei dai loro territori come avevano già fatto precedentemente la Francia è l’Inghilterra.

Di conseguenza molti ebrei si convertirono al cristianesimo mentre circa 100.000 scelsero di andare in esilio. Molti esiliati si recarono a Napoli, Roma, Ferrara e soprattutto Venezia dove erano chiamati ” i ponentini”. Altri si spostarono in Marocco, in Palestina e nell’Impero Ottomano e in particolare a Salonicco e Baghdad.

Nei nuovi territori i Sefarditi, invece di integrarsi nelle comunità ebraiche preesistenti, crearono nuovi quartieri ebraici mantenendo così i propri costumi e la lingua spagnola.

Un’altra parte degli espulsi nel 1492 si recò invece in Portogallo dove il re Giovanni II accettava soltanto i più abbienti ma nel 1496 il successivo re Manuele I sposò Isabella figlia dei re cattolici di Spagna accettando l’ accordo di non ospitare più ebrei.

Poi però per paura delle conseguenze economiche affidò a famiglie cristiane tutti i bambini ebrei minori di quattordici anni e costrinse tutti gli adulti a farsi battezzare impedendogli di andare in esilio. Ma queste famiglie nelle loro case continuarono a praticare l’ ebraismo fino al 1536 quando venne introdotta l’Inquisizione anche in Portogallo.

Di conseguenza molti mercanti, banchieri ed armatori si trasferirono ad Anversa, Amsterdam, Amburgo, Bordeaux, Rouen, Parigi, nel sud della Francia e in Italia a Ferrara, Livorno e Ancona. La comunità di Amsterdam diventò molto potente a livello economico.

Da queste comunità sefardite occidentali nel corso del XVII la diaspora, durata complessivamente almeno due secoli, si estese all’ Inghilterra e alle colonie americane portoghesi, olandesi e inglesi.

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...