I viaggi della speranza a Epidauro

1024px-Asclepieion_of_Athens

Il dio Asclepio, poi chiamato dai Romani Esculapio, per i Greci era il più sapiente ed abile guaritore e i malati nel VI sec. a.C.  andavano in visita ad Santuario di questo Dio che si trovava a Epidauro nel Peloponneso ed era gestito da sacerdoti-taumaturgi.

I malati offrivano al santuario i pinakes cioè tavolette votive in cui rappresentavano la loro guarigione e da cui sappiamo che i mali più comuni erano i vermi intestinali,paralisi, sterilità, calcolosi, idropisia, gotta e tumore.

I malati facevano anche sacrifici di animali e soprattutto di galli simboli di rinascita e poi facevano un rito di purificazione che consisteva in un bagno nella vicina fonte termale.

Bevevano poi infusi di erbe e dormivano in attesa di liberarsi dai mali o di ricevere in sogno dal Dio indicazioni per i giusti trattamenti.  Venivano anche curati dai sacerdoti e dai medici con strumenti quali bisturi, pinze, divaricatori e trapani per i denti.

In onore di Asclepio venivano organizzate le feste Asclepieie annoverate fra i giochi minori della Grecia che consistevano in competizioni sportive e musicali che erano parte integrante della terapia.

L’usanza continuò fino al V sec.d.C. quando Ippocrate di Kos fondò la medicina razionale che prese le distanze dalla religione.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...