La creatività

Risultati immagini per Il pensiero creativo del maker

Risultati immagini per creatività e innovazione

Risultati immagini per creatività fai da te

L’uomo nasce creativo, ma la società lo obbliga a smettere di esserlo perchè la creatività crea disordine, mette in discussione quanto è già stabilito. È una sorta di caos allegro senza ritmo definito, per questo rappresenta un pericolo che fa saltare tutti gli allarmi mettendo in discussione la certezza di quello che è ragionevole.

La creatività, l’assurdo e la pazzia sono generi della stessa specie: il pensiero divergente. Per questo l’educazione tradizionale ritiene che si tratti di un argomento da reprimere in maggiore o minor misura.

Si cerca di inculcare le conoscenze acquisite, una base a partire dalla quale, poi, si produrrà la creazione. Sempre su questa base e non fuori da essa. Ma questo non permette lo sviluppo di un pensiero creativo.

Si vuole capire se una persona è intelligente piuttosto che verificare che tipo di inteligenza possiede. Si preferisce formare persone che possano raccogliere e operare su un insieme di informazioni date, nel modo più giusto possibile e con uno spirito industriale con l’obiettivo  di produrre individui tecnocratici.

La ceatività si riduce così a un mero esercizio di innovazione, che ha sempre dei limiti precisi e pertanto viene rimproverata la persona che ha cercato di sviluppare quattro o cinque idee senza risultato.

Sembrerebbe che nel mondo ci sia posto per un solo modo di essere intelligenti. L’intelligenza che risulta “utile” alla produzione, quella che si adatta senza problemi al pensiero tecnico o scientifico. In ambito artistico ci sono curatori che sottopongono le opere ad un’attenta analisi per stabilire se hanno valore o meno, ci sono critici letterari che consacrano gli autori o li bandiscono dal panorama letterario.

L’intelligenza convergente  consacra un posto definito nel mondo del successo, chi ha invece una intelligenza  divergente e pensa in altri termini, i suoi ragionamenti e le sue elucubrazioni seguono un altro ritmo.

C’è la brutta abitudine di separare la realtà in scomparti, per renderla, apparentemente, più comprensibile: vi dicono che siete “emotivi” o che avete una “mente lucida”, come se le emozioni e l’intelligenza fossero frutti di alberi diversi.

Per questo la disapprovazione o il rimprovero possono trasformarsi in stupore, paura o blocco. “Non so cosa dire quando mi fanno domande” dicono gli  spaventati ribelli per spiegare il loro “insuccesso” scolastico.

Ecco perché gli esperti ritengono che la creatività è qualcosa che si impara soprattutto  nella maniera  più paradossale: attraverso l’errore.

Domanda: utilizzare molto i premi e le ricompense serve allo sviluppo della creatività?

4 pensieri su “La creatività

  1. Io credo che alcune capacità siano innate come avere una bella voce o l’orecchio assoluto ecc. Ma la creatività è dentro a tutti noi e si può sviluppare o meno a seconda delle condizioni. Però mi piacerebbe avere il parere di un vero creativo. Jo, non so se leggerai questo commento ma nel caso potresti darci un tuo parere?

    "Mi piace"

  2. L’argomento mi affascina e l’articolo è stato foriero di profonde riflessioni.
    Ricevere riconoscimenti gratifica chiunque, quindi anche il creativo ma non credo che questi possano aumentare le sue capacità. Marx contrappone la soddisfazione dell’artigiano all’alienazione dell’operaio della catena di montaggio perchè il primo è “autopremiato” dalla soddisfazione di seguire l’intero ciclo produttivo e di “toccare” il prodotto finito, non solo una parcella di quest’ultimo.
    Credo alle doti innate ma ancor di più credo ad un’educazione stimolante ed all’acquisizione di un profonda cultura. Lo studio, la conoscenza e l’analisi critica di ciò che altri hanno fatto prima di noi è una solida indispensabile base su cui edificare la propria crescita.
    Sono invece d’accordo pienamente sulla “rivoluzione” dell’innovazione contrapposta alla coazione a ripetere.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...