La monaca di Monza

Gertrude, la Monaca di Monza

Il personaggio di Geltrude, la monaca di Monza  descritta da  Alessandro Manzoni, è ispirato ad un personaggio storico che a tredici anni fu costretta dal padre ad entrare in convento come novizia nell’ordine di San Benedetto. Qual’è il suo nome?

Promessi sposi – Capitolo IX

“Il suo aspetto, che poteva dimostrar venticinque anni,
faceva a prima vista un’impressione di bellezza,
ma d’una bellezza sbattuta, sfiorita e, direi quasi,
scomposta. Un velo nero, sospeso e stirato orizzontalmente
sulla testa, cadeva dalle due parti, discosto alquanto
dal viso; sotto il velo, una bianchissima benda di lino
cingeva una fronte di diversa, ma non d’inferiore bianchezza.

Ma quella fronte si raggrinzava spesso,
come per una contrazione dolorosa;
e allora due sopraccigli neri si ravvicinavano,
con un rapido movimento…”

Amori e inganni

Risultati immagini per immagine lady inglese fine settecento

Tratto dal libro della scrittice inglese  Jane Austen, il film  Amore e inganni  è una commedia di costume divertente e piena di senso dell’ironia.

Il mestiere più antico del mondo è dunque quello della manipolazione in cui, anche per necessità dovute alle particolari condizioni e convenzioni sociali,  le donne a volte sono state e sono purtroppo particolarmente esperte.

L’arte della sopravvivenza, affinata in millenni di esercizio sul campo, lucida l’acume e la capacità di parola è in grado di rovesciare e contraddire l’evidenza.

L’importante è individuare con chiarezza l’obiettivo e non frapporre ai propri piani  l’affetto, il rispetto o ancora peggio l’amore vero.Tutto il resto non ha importanza.

La cronaca attuale ci sta regalando molti esempi di questa arte esercitata da parte di uomini, ma questo non consola.

Giacomo Leopardi

Risultati immagini per ritratto leopardi

L’uomo è destinato ad essere sconfitto nella guerra che continuamente conduce contro la natura che può distruggere tutto il genere umano  e le speranze. L’uomo deve costruire una societa più solidale per sopravvivere  ma anche la natura “matrigna” produce un rimedio che è incarnato nella ginestra e nel suo profumo. La ginestra è quindi  il simbolo della fragilità ma anche della forza della condizione umana perchè  essa sa continuare a vivere anche in un luogo arido e deserto.

 

……..

Qui sulle brulle pendici

del terribile vulcano

Vesuvio, distruttore di genti,

che non sono rallegrate da nessun altro albero

né fiore, o profumata ginestra, spargi i tuoi rami

solitari, felice di trovarti

nei deserti. ………….

Domanda: in quale anno Giacomo Leopardi scrisse la poesia “La ginestra o il fiore del deserto” che è considerata il suo testamento spirituale ?

Battaglia di Roncisvalle

Risultati immagini per immagini morte di orlando

Domanda : nella battaglia di Roncisvalle del 778 morì Horuodlandus prefetto del limus (marca) di Bretagna.Nella Chanson de Roland, testo epico della letteratura medioevale francese, egli viene ucciso dai Saraceni. Da chi invece fu veramente ucciso?

CLXXIII
Lo sente Orlando che la morte l’afferra,
giù dalla testa fin sul cuore gli scende.
Fin sotto un pino se n’è andato correndo,
sull’erba verde ci si è accanto disteso,
la spada e il corno sotto sé si mette.
Volta ha la testa alla pagana gente,
e così ha fatto perché vuole davvero
che dica Carlo e con lui la sua gente
che morì il nobile conte da vincitore.
Confessa le sue colpe ripetutamente,
per i peccati in pegno offre a Dio il guanto .

Odissea- XI canto

Risultati immagini per immagini dei cimmeri

Spento il giorno, e d’ombra
Ricoperte le vie, dell’Oceano
Toccò la nave i gelidi confini,
Là ’ve la gente de’ …….. alberga,
Cui nebbia e buio sempiterno involve.
Monti pel cielo stelleggiato, o scenda
Lo sfavillante d’ôr sole non guarda
Quegl’infelici popoli, che trista
Circonda ognor pernizïosa notte
“.

(Odissea, XI, vv. 15-23)

Domanda: a quale popolazione si riferiva Omero?

Van Dyck

invito
Van Dyck tra Genova e Palermo
Dal 10.11.2016 al 26.02.2017
Galleria Nazionale di Palazzo Spinola – Genova

Il pittore fiammingo inserisce nei ritratti eleganza e non rimarca nei soggetti i caratteri  meno armonici accontentando così con arte raffinata la nobiltà .

Evita l’indagine interiore e, utilizzando la luce e i colori con morbidezza,  valorizza invece autorevolezza, distinzione o grazia .

Aria calda

 IMG_20170427_174834_resized_20170427_055239908

 L’aria calda e stanca trema

per l’ultima volta lentamente

e ferma per sempre il ticchettare

dello sbiadito pendolo che

avvinghiato alla scrostata parete,

si accartoccia assonnato contro il sole

che pare esausto e vinto

da un’efferata e sconfinata noia.

Le bricciole di pane affogano

nella fumosa tazza sbeccata

dove il bianco e spumoso latte

silenziosamente allatta

la piccola mosca che nuota

frusciando con gli occhi chiusi

immersa fra tanto candore.

Raccontami e rammentami ancora

di quell’addolorata

ed insanguinata primavera

che sventolava

quella sgargiante e fiera bandiera

mentre, assordata dai canti e dai pianti,

cercava tra i muti rimpianti

di recitare quell’accorata,

furiosa ed estrema preghiera.