Ciaula scopre la luna

Risultati immagini per immagini moglie di pirandello

Maria Antonietta Portulano , moglie di Pirandello, morta in ospedale psichiatrico

Luigi Pirandello (1867 – 1936), scrittore, drammaturgo, poeta e premio Nobel per la letteratura nel 1934. Egli sonda la mente ed analizza l’identità:

« Il nostro spirito consiste di frammenti, o meglio, di elementi distinti, più o meno in rapporto tra loro, i quali si possono disgregare e ricomporre in un nuovo aggregamento, così che ne risulti una nuova personalità, che pur fuori dalla coscienza dell’io normale, ha una propria coscienza a parte, indipendente, la quale si manifesta viva e in atto, oscurandosi la coscienza normale, o anche coesistendo con questa, nei casi di vero e proprio sdoppiamento dell’io.

Aderì al partito fascista che rispettò le sue volontà espresse nel testamento:

«Carro d’infima classe, quello dei poveri. Nudo. E nessuno m’accompagni, né parenti né amici. Il carro, il cavallo, il cocchiere e basta. Bruciatemi»

 La novella ” Ciaula scopre la luna” è una delle più commoventi scritte dall’autore . Ciaula, povero minatore, conosce bene le gallerie ed il buio della miniera ma ha paura del buio della notte.

L’autore racconta con grande poesia l’immenso stupore che il ragazzo prova quando, uscito di notte dalla miniera, per la prima volta si accorge della luna e descrive l’emozione  consolatoria che la sua luce e l’ immensa grandezza e bellezza riescono a suscitargli.

“Ora, ora soltanto, così sbucato, di notte, dal ventre della terra, egli la scopriva.

Estatico, cadde a sedere sul suo carico, davanti alla buca. Eccola, eccola là, eccola là, la Luna… C’era la Luna! la Luna!

E Ciàula si mise a piangere, senza saperlo, senza volerlo, dal gran conforto, dalla grande dolcezza che sentiva, nell’averla scoperta, là, mentr’ella saliva pel cielo, la Luna, col suo ampio velo di luce, ignara dei monti, dei piani, delle valli che rischiarava, ignara di lui, che pure per lei non aveva più paura, né si sentiva più stanco, nella notte ora piena del suo stupore.”

3 pensieri su “Ciaula scopre la luna

  1. Certo che la luna produce un effetto… Questo suo consolare in quanto indifferente è qualcosa che tutti (o almeno in molti) proviamo. Quando mi sento triste guardo la luna e la sua impassibilità mi conforta tanto. Stasera se la guarderò lo farò con felicità però perché è appena uscita una novità per me di quelle da festeggiare!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...